Olimpiadi
Benvenuto
Login

Campionati Italiani di Atletica Leggera - Allievi 2012 - 30.9 dalle ore 14:50 alle 15:25

Grazie! Condividilo con i tuoi amici!

URL

Non hai gradito questo video. Grazie per il feedback!

Ci dispiace, solo gli utenti registrati possono creare le playlists.
URL


Aggiunto da clservice in Olimpiadi
15 Visioni

Descrizione

Firenze, 29-30 settembre
Le gare in programma il domenica 30 dalle ore 14:50 alle 15:25
ALLIEVI: Salto Triplo - Premiazione del Martello - 100 piani allievi finale B e A
ALLIEVE: 100 allieve finale B e A e premiazioni
100m AF (finale): L'anteprima, con la finale "B", offre il parziale riscatto di Caterina Bagli, prima in 12"55 davanti alla campionessa dei 60m indoor Arianna Bettin: in pratica il contentino per le deluse della mattinata. Poi la doppietta di Johanelis Herrera (12"41 abbastanza modesto), forse più sofferta di quanto si potesse immaginare perché la stagione è stata lunga e le ragazze arrivano un po' in debito di condizione all'appuntamento più atteso: soprattutto l'antagonista dei 200 di ieri, Micaela Moroni, che molla agli 80 metri e così lascia un posto sul podio alla rivelazione Eleonora Cadetto e all'argento degli 80m cadette di Jesolo 2011, Chiara Rollini.
Triplo AM (finale): Tutti gli otto finalisti vanno oltre i 14 metri e il dato non è banale per la categoria: peccato che poi si fallisca ancora una volta l'assalto al muro dei 15 metri che segna un po' l'eccellenza per questa fascia di età anche come valenza internazionale. Quello che ci va più vicino è Samuele Cerro, cresciuto nella provincia di Frosinone come il medagliato olimpico Fabrizio Donato: il ciociaro, tricolore cadetti già a Cles 2010, è aiutato anche da una struttura fisica di prim'ordine. Molto competitivi, a livello di nuovi personali, il piacentino Filippo Cravedi (campione indoor in carica, allenato da Piero Masarati come il bronzo mondiale del lungo allievi Stefano Braga) e il fratello d'arte Nicola Chiari, arrivato in pedana sulla scia del plurititolato giovanile Andrea e sempre sotto la guida del bergamasco Giuliano Carobbio.
100m AM (finale): La tensione si taglia col coltello e c'è buon senso nella decisione di non punire con una squalifica lo sbilanciamento sui blocchi di Levi Mandji: poi si parte e succede che il bolognese Marco Gianantoni trovi al posto della sua corsia una specie di tapis roulant, che lo fa volare verso la vittoria (10"92, unico sotto gli 11"00). Bravissimo il virtussino, che deteneva comunque il miglior crono 2012 con 10"85 e aveva dimostrato grandi doti di partente nella stagione indoor: qui mette in mostra anche un allungo in progressione che fa la differenza. Alle sue spalle conferma la sua bella giornata il turco di Imperia "Abdul" Badur, mentre le ambizioni di doppietta da parte di Pietro Pivotto (tricolore ieri sui 200m) vengono vanificate dal 3° posto. Fuori dal podio il barese di Acquaviva Luca Cassano, meno brillante che in mattinata: dove, detto per inciso, era stato sfortunato il portacolori dell'Assindustria Farias Zin, padovano di origini haitiane (adottato a 9 anni), che era rimasto fuori dalla finale dei migliori pur segnando 11"12 e oggi pomeriggio fa ancora meglio (11"04, come Badur, per vincere la finale "B").

Commenti disabilitati.
RSS